Vai al contenuto
Choose language
Truly Italian In The World

Truly Italian in The World: Londra

Truly Italian in The World: Londra
Light mode
Dark mode

Londra e l’arte di fermarsi

Londra è la metropoli che sfida lo scorrere del tempo, fermandolo in un eterno presente, tra tradizioni che si perdono nei secoli e trend contemporanei. 

Prestare attenzione alla vita quotidiana londinese con gli occhi di un osservatore esterno, di passaggio, rivela un panorama di abitudini, curiosità e luoghi che definiscono il ritmo frenetico, ma anche senza tempo, di questa città cosmopolita.

Entriamo nella metropolitana londinese che, soprattutto in alcuni orari, ci fa sentire come se fossimo i partecipanti di un improvvisato flash mob. La danza sincronizzata di pendolari che si muovono come una marea attraverso i corridoi della stazione è una scena che si ripete ogni giorno. Il ritmo accelerato della “rush hour” è un’esperienza condivisa che lega i londinesi, ciascuno impegnato nel proprio percorso quotidiano.

Il nostro tour della città inizia nella magia natalizia a Covent Garden, per poi passare per Trafalgar Square con una tappa alla meravigliosa National Gallery. Terminiamo con un giro immersi nella vivace atmosfera di Piccadilly Circus, e poi nel verde sconfinato e rilassante di Hyde Park.

Sono le 17, ormai. Nel pomeriggio, gli inglesi non rinunciano alla tradizione dell’afternoon tea, apprezzando l’arte di prendersi del tempo per sorseggiare il tè e gustare deliziose prelibatezze. I locali storici e le sale da tè offrono un’occasione per rallentare il ritmo e apprezzare la vita in perfetto stile britannico. Da sempre, però, anche la tradizione italiana delle bevande a base di caffè e latte è apprezzata in questa città. Basti pensare che il Regno Unito fu il primo Paese estero in cui Gaggia esportò una delle sue macchine da bar professionali, negli anni Cinquanta

Ora, infatti, tornati nel nostro appartamento in un palazzo di mattoni a High Street Kensington, con uno sguardo agli stupendi giardini davanti a noi, sorseggiamo un cappuccino appena preparato con la nostra macchina espresso Gaggia

La vellutata crema di latte si fonde armoniosamente con il gusto ricco dell’espresso, creando un equilibrio perfetto. Questo cappuccino, appena preparato con cura e gustato con calma, diventa un’esperienza sensoriale unica. Abbiamo deciso di accompagnarlo a dei deliziosi shortbread fatti in casa.

Questi biscotti friabili sono di origine scozzese, ma sono apprezzati in tutto il Regno Unito, e ci offrono un momento di relax sensoriale che avvicina chiunque allo spirito londinese che si ferma un momento per la pausa pomeridiana e cerca un po’ di dolce comfort nella frenetica vita urbana.

Volete preparare anche voi questi biscotti dal gusto inconfondibile? Qui la ricetta, a cura di Livia Sala.

 

COME PREPARARE I SHORTBREAD

Ingredienti:

– 260 g di farina 00

– 85 g di zucchero semolato

– 170 g di burro

– un pizzico di sale

 

Il procedimento:

1. Tagliate il burro a pezzettini e lasciate che si ammorbidisca un po’ fuori dal frigo.

2. Preriscaldate il forno a 190 °C.

3. Incorporate il burro e lo zucchero alla farina, lavorando l’impasto brevemente, giusto il necessario perché si formi una massa omogenea.

4. Stendete l’impasto a uno spessore di un paio di cm e sistematelo in una teglia.

5. Ricavate 16 spicchi dal disco e forellateli con i rebbi di una forchetta.

6. Cuocete nel forno caldo per 30-35 minuti, finché il bordo inizierà a diventare dorato.

7. Cospargete subito con una manciatina di zucchero, lasciate intiepidire, quindi trasferite su una gratella a raffreddare completamente.

8. Gustate con il vostro cappuccino preferito.

This site is registered on wpml.org as a development site.