Vai al contenuto
Choose language
Truly Italian In The World

Truly Italian in The World: Oslo

Truly Italian in The World: Oslo
Light mode
Dark mode

Una mattina a Oslo

Nella quiete delle prime ore del mattino, Oslo si sveglia con un dolce odore di cannella e cardamomo; è l’avvolgente fragranza dei kanelknuter, dolci nodini ottimi per la colazione. Il profumo di caffè si diffonde per le strade, guidando la gente verso le accoglienti caffetterie sparse per la città. Gli abitanti di Oslo amano prendersi il tempo per godersi la prima colazione, e le tavolate nei locali sono il punto di partenza perfetto per iniziare la giornata.
E c’è chi ha deciso di portarsi questo momento a casa propria, come Emma, ricercatrice universitaria che vive nella capitale norvegese.
Per cominciare la giornata nel modo giusto, anche per lei un caffè lungo, preparato dalla sua fedelissima macchina superautomatica Gaggia, e un kanelknuter morbido.

Mentre il sole sparge i suoi raggi tra gli edifici, le strade si animano con la frenesia della vita quotidiana. I tram, un’icona di Oslo, scivolano silenziosamente lungo i binari, trasportando i cittadini con efficienza e non senza una certa eleganza.
I passeggeri, immersi nei loro libri o concentrati sui dispositivi elettronici, sono parte integrante del tessuto urbano. Un giro in tram diventa così un viaggio visivo attraverso le diverse sfaccettature della città, da Grünerløkka al Royal Palace.

Mentre Emma cammina per le vie affollate verso il dipartimento universitario s’imbatte in scene che sembrano uscite da un libro di fiabe urbano. Artisti di strada intrattengono la folla con performance spontanee, mentre mercatini di artigianato locale aggiungono un tocco di colore e originalità. Oslo è una città che celebra la creatività in tutte le sue forme, dagli artisti emergenti ai talenti consolidati che espongono le loro opere nelle gallerie d’arte disseminate in ogni angolo della città.

La capitale norvegese è un luogo in cui la connessione con la natura è tangibile anche in mezzo all’urbanizzazione. Lungo le rive del fiordo, le persone si rifugiano in parchi e piazze per godersi la pace offerta dalla natura circostante. Il Parco di Ekeberg, con la sua vista panoramica sulla città, diventa un posto sicuro per coloro che desiderano rigenerarsi immersi nella bellezza dei paesaggi nordici.
Giusto una passeggiata distensiva per Emma prima di tornare, con calma, verso casa.

Se volete preparare anche voi i deliziosi kanelknuter con il loro profumo inconfondibile, e avere un assaggio dell’atmosfera norvegese, potete seguire questa ricetta, a cura della food stylist Livia Sala.

 

COME PREPARARE I SHORTBREAD

Procurati questi ingredienti per l’impasto:

– 3 g di lievito di birra disidratato

– 250 ml di latte

– 400 g di farina tipo 1

– 80 g di burro morbido a temperatura ambiente

– 40 g di zucchero (bianco o di canna)

– 1/2 cucchiaino di cardamomo in polvere

– un pizzico di sale

– 1/2 uovo sbattuto

 

E questi per la farcitura:

– 80 g di burro morbido a temperatura ambiente

– 1 cucchiaino di farina

– 1 cucchiaino di cannella

– 1/2 cucchiaino di cardamomo in polvere

– 60 g di zucchero (bianco o di canna)

– 1/2 uovo sbattuto per spennellare

 

Qui di seguito, il procedimento:

1. Stemperate il lievito in poco latte tiepido con un pizzico di zucchero e lasciatelo riposare finché vedrete formarsi delle bollicine in superficie.

2. Unite nella planetaria prima la farina e il cardamomo in polvere, poi il lievito, il resto del latte tiepido e mezzo uovo sbattuto. Amalgamate gli ingredienti con la frusta a gancio e lavorate fino a che l’impasto sarà omogeneo ed elastico.

3. Ora, aggiungete anche un pizzico di sale e il burro, un pezzetto alla volta.

4. Quando l’impasto tenderà a staccarsi dalle pareti della ciotola, trasferitelo sul piano di lavoro e modellatelo formando una palla, lavorandolo ancora un po’ con le mani.

5. Trasferite l’impasto in una grande ciotola pulita leggermente imburrata e fatelo lievitare, coperto con della pellicola, fino a che avrà raddoppiato il suo volume.

6. Trascorso il tempo, trasferite l’impasto sul piano leggermente infarinato e stendetelo con il matterello formando un rettangolo di 50 x 40 cm circa. Copritelo con della pellicola e lasciatelo riposare.

7. Intanto preparate la farcitura: lavorate il resto del burro morbido con 1 cucchiaino di farina, le spezie e lo zucchero.

8. Distribuite il composto sul rettangolo di pasta, poi piegatelo a metà in modo che una parte copra l’altra. Tagliate delle strisce verticali con una rotella tagliapasta (dovreste ricavarne 16).

9. Attorcigliate le strisce e annodatele su loro stesse, fissando all’interno le estremità. Ponetele su una placca, poi copritele con un telo pulito e lasciate lievitare per altri 30-40 minuti.

10. Scaldate il forno a 200 °C. Spennellate i dolci con l’uovo sbattuto rimasto e cuoceteli nel forno caldo per una quindicina di minuti.

This site is registered on wpml.org as a development site.