Qual è il miglior latte per le tue bevande?

Scopriamo insieme qual è il miglior tipo di latte per preparare, a casa come al bar, le tue bevande preferite!

Qual è il latte migliore?

Questa domanda, in realtà, non ha una risposta univoca. Infatti, il migliore tipo di latte dipende dalla tipologia di bevanda che si vuole preparare e dal risultato che si desidera ottenere.

Oltre al classico latte vaccino, possiamo trovare oggi in commercio diverse alternative. Dal latte di capra a quello senza lattosio, passando per le innumerevoli bevande di origine vegetale. Queste opzioni sono scelte non solo da chi ha intolleranze, da chi segue particolari regimi alimentari o da chi cerca una bevanda a più alta digeribilità, ma, anche da chi, come noi, ama sperimentare.

Il latte migliore per l’emulsione

Secondo la tradizione dei baristi italiani, il latte vaccino intero è quello che si presta meglio per essere emulsionato alla perfezione. Grazie a un apporto ottimale di grassi e proteine, attorno al 3%, permette di ottenere una crema uniforme e compatta. Il latte intero si presenta, infatti, come la scelta ideale per preparare bevande che prevedono la presenza di una crema vellutata, come il cappuccino, l’espresso macchiato caldo e il latte macchiato.

Per esempio, se si desidera preparare un cappuccino, è fondamentale ottenere un’ottima crema di latte, senza bolle d’aria. Potete anche optare per il latte senza lattosio. La resa sarà la medesima, ma, essendo il lattosio già scomposto nei due zuccheri galattosio e glucosio, risulterà ancora più dolce al palato.

Qual è la migliore opzione, invece, se si volesse utilizzare una bevanda vegetale? Una valida alternativa al latte vaccino è il latte di soia, che contiene un minor numero di grassi rispetto a quello animale, ma possiede comunque una buona quantità di proteine vegetali, in grado di aiutare nel processo di emulsione.

Con il latte di soia si potrà infatti realizzare un cappuccino di tutto rispetto, senza alterarne eccessivamente il sapore. Tra le varianti vegetali, quella di soia presenta il sapore più neutro. Consigliamo sempre di utilizzare bevande di soia senza zuccheri né aromi aggiunti, per un risultato ottimale, cremoso e compatto. Potete provare anche con una bevanda vegetale che riporta la dicitura “barista”. Queste alternative presentano zuccheri e stabilizzanti aggiunti, che agevolano l’emulsione del latte.

Il latte migliore per le bevande miscelate

A colazione, a merenda, ma anche nel tardo pomeriggio: il cafè au lait e il cortado si possono gustare in diversi momenti della giornata.

Seppur differenti, sono accomunati dalla presenza di latte e caffè miscelati, e non è prevista schiuma in superficie. Per la preparazione con un sistema manuale di queste due bevande, suggeriamo il latte di mandorla, o una bevanda a base di nocciole, anacardi, cocco, riso o avena. Tutte proposte dal gusto particolarmente dolce e profumato, che si adattano per equilibrare l’intensa presenza del caffè. Infatti, la percentuale di proteine per queste bevande è inferiore rispetto al latte animale e di soia, a favore di una maggiore concentrazione di zuccheri che, se riscaldati, ne aumentano la dolcezza.

Un’altra bevanda particolare che potete preparare è il flat white. Tipico dell’Australia, presenta solo una leggera emulsione in superficie ed è per gran parte miscelato, con un’intensa presenza di caffè. Suggeriamo di optare per una bevanda di soia, dal gusto neutro, ma anche un’alternativa vegetale versione “barista”, così da assicurarvi la giusta cremosità.

Il latte migliore per bevande fredde

Per dare un tocco speciale al tuo caffè con ghiaccio o caffè shakerato, o per macchiare il tuo espresso con del latte freddo, puoi scegliere davvero qualsiasi bevanda tu preferisca. Dal momento che non dovrai riscaldarla o creare un’emulsione, non è importante il rapporto tra grassi, proteine e zuccheri.

Qual è il latte migliore per preparare le bevande con la tua macchina Gaggia?

In generale, potete seguire i consigli che abbiamo condiviso con voi in questo articolo! Se utilizzate un sistema manuale come la lancia a vapore o il pannarello, avrete più libertà di provare e sperimentare, sia per testare la vostra manualità, che diversi tipi di latte. Per le macchine superautomatiche dotate di caraffa, auto-cappuccinatore o CAPPinCUP, suggeriamo di prestare invece maggiore attenzione alla proporzione tra grassi e proteine, per la migliore resa in termini di compattezza e densità della crema.